italianoenglish
cd gestire lo spazio

CD
Gestire lo Spazio
With only an electric bass... as simple as that


Tiziano Zanotti - electric bass, acoustic piano
Echoes 507
€12,00


Un disco molto particolare, unico nel suo genere, interamente composto e realizzato utilizzando un basso elettrico solo, con l'aggiunta di alcuni effetti elettronici inseriti in maniera piuttosto singolare e “l'incursione” - tanto inattesa quanto fugace - di un pianoforte acustico.


Nato prima di tutto come performance live, questo progetto è stato sviluppato con tutta la convinzione e l'energia di chi si appresta ad affrontare una sfida non di poco conto: registrare un intero album con uno strumento solo, e per di più con modesta propensione solistica come lo è il basso elettrico, senza fare uso di sovraincisioni (se non nella traccia finale) né loop station. Il tutto cercando sempre il coinvolgimento attivo dell'ascoltatore rispetto a un prodotto essenziale per natura - sua e dello stesso artista. In altre parole: può un basso elettrico, da solo, raggiungere livelli di espressività e musicalità al pari di strumenti solistici per antonomasia come chitarra o pianoforte? Beh, è facile rispondere di sì, se il bassista è Tiziano Zanotti.


"Gestire lo Spazio" è un disco sofisticato, vario, profondo. Un lavoro che testimonia la piena maturità espressiva e compositiva del bassista, oltre a una tecnica impeccabile. Alcuni dei tratti distintivi di quest'opera risiedono nel timbro dello strumento, molto ricercato ed elegante, nella densa strutturazione formale delle varie composizioni, pur sempre molto fluide e di ascolto immediato, nella continua ricerca di nuove sonorità, allo stesso tempo confermando una vocazione artistica per la musica colta (classica, antica, jazz, …) approfondita in tanti anni di studio e lavoro. Alla radice di tutto, un'immersione totale nel materiale musicale per scavare nelle molteplici possibilità melodiche, ritmiche e armoniche di ogni brano, cercando di sfruttare il basso elettrico al massimo delle proprie potenzialità.


Un disco prezioso e originale, che non potrà sfuggire agli appassionati di questo bellissimo strumento e in genere a tutti gli amanti della musica senza confini.


"Analisi di Gestire lo Spazio" a cura di Tiziano Zanotti



DISTRIBUZIONE CD BABY
http://cdbaby.com/cd/tiziano


RASSEGNA STAMPA


…Il musicista bolognese si muove in ambiti a lui congeniali, con una tecnica impeccabile, un timbro evocativo e straniante e una varietà melodico-espressiva profonda e matura, creando atmosfere rarefatte e riflessive, screziate e pluridirezionali.

(jazzColours - aprile 2009)

 

…Nelle rapide incursioni al piano Zanotti mette in luce un bel lirismo che fa pensare al miglior Beirach.

(Jazzitalia.net - gennaio 2009)

 

…Un lavoro difficilmente etichettabile, che unisce la liricità della chitarra al colore e al ritmo del basso, e che si conquista un posto tutto suo tra le performance solistiche.

(All About Jazz Italia - gennaio 2009)

 

…Zanotti mira a creare atmosfere più che a dare dimostrazione di virtuosismo e, anche laddove la tecnica prende il sopravvento, la brevità delle tracce e l'attitudine del musicista a disegnare suoni pensando alla dimensione generale del lavoro rendono meno pesanti questi passaggi.

(Jazzconvention - gennaio 2009)

 

…I thank you for sending me the cd Gestire lo Spazio by Tiziano Zanotti. It is a lovely recording and I find his playing accomplished and evocative. I wish you much success!

(Michael Manring - novembre 2008)

 

…Armonie rigorose e compite danno a ”The Opener” e “Gestire lo Spazio II” un'identità di matrice colta, mentre “Dettagli” e “Episodio II” rimangono pulsante materia magmatica, refrattaria allo stato di quiete.

(Chitarre - novembre 2008)

 

…Despite the rather limited instrumental palette, Zanotti is capable of taking solo bass as far as it can go through his judicious use of effects and a dash or two of piano for added color.

(Cadence Magazine - ottobre 2008. Copyright Cadence Magazine)

 

…Attenzione a Tiziano Zanotti. Che se credi di ghettizzarlo nell'austero pianeta del jazz, poi te lo ritrovi sotto il naso a scuotere il fusto di una non meglio definibile avanguardia, che per quanto tenti di ficcare in altri scaffali (post-rock, post-blues, post-folk, post-che-ti-pare...) continua a scivolare via, a non offrire quel che si dice una comoda presa. Imprendibile, ecco.

(SentireAscoltare.com - giugno 2008)

 

…Il nostro Tiziano Zanotti s'allaccia anche lui alla stregua dei grandi improvvisatori che dall'Italia stanno conquistando il cuore degli appassionati di tutto il mondo ma ... lui suona (e improvvisa con) il basso elettrico.

(Rockshock.it - giugno 2008)

 

…If you've been looking for some inspiration to take your bass playing in new directions, there is plenty to experience on Gestire Lo Spazio.

(Musicplayers.com - aprile 2008)

 

…Musica assolutamente lontana da qualsiasi facile etichetta, che parte dal jazz per approdare a territori cui non è ancora stato dato, per fortuna, un nome.

(Lucio Mazzi - City Bologna, marzo 2008)

 

 

 1. The Opener
 2. Dettagli
  3. Gocce
  4. Episodio II
  5.Piece Informe
  6. Hands
  7.Afternoon in solo
  8. Dirty
  9. Harry
  10. Gestire lo spazio I
  11. Forma Mentis
  12. Gestire lo spazio II
  13. Blue
  14. Gestire lo spazio III*
  15. Gestire lo spazio IV

*Dedicato a Bruno Maderna

Tutti i brani sono di Tiziano Zanotti, tranne le tracce 6-13 di Tiziano Zanotti/Nicola Ciarmatori. Registrato in agosto 2007 presso Full Digital Recording Studio, S.Giovanni in Persiceto (BO).